Meteora monasteri, Kalambaka

Meteora monasteri, Kalambaka

Things to do - general

Natura e spiritualità. È questo quello che cercavano i monaci ortodossi quando si stabilirono nella località di Meteora, nel nord della Grecia, nei pressi della cittadina di Kalambaka. Sulle sue caratteristiche colonne nel cielo, torri naturali di roccia sospese in aria, hanno realizzato i loro monasteri, a loro volta detti “meteore”, dando vita al più importante centro della chiesa ortodossa, oggi dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

“Sospesi nell’aria” (questo è il significato di Meteora in greco), questi monasteri rappresentano una realizzazione artistica unica e sono uno degli esempi più potenti della trasformazione architettonica di un sito in un luogo di ritiro, di meditazione e di preghiera. L’analisi chimica suggerisce che le torri di rocce sono nate circa 60 milioni di anni fa, emergendo dal delta di un fiume e ulteriormente trasformate dai terremoti. Si tratta, infatti, di enormi masse residue di arenarie e conglomerati, che apparvero attraverso l’erosione fluviale.

L’attività sismica ha aumentato il numero delle linee di faglia e ha modellato le masse informi in singole colonne di roccia a strapiombo. Eremiti e asceti probabilmente iniziarono ad insediarsi in questa straordinaria zona già nell’ XI secolo. Poi fu la volta dei monsateri. “Le Meteore forniscono un eccellente esempio dei tipi di costruzione monastica che illustrano un periodo significativo della storia, quella del XIV e XV secolo, quando gli ideali eremitici del primo cristianesimo sono stati restaurati per far posto d’onore alle comunità monastiche”, scrive l’Unesco.

Costruiti in condizioni impossibili, senza strade praticabili, le Meteore hanno resistito al logorio del tempo. Oggi, degli originari 24 centri, 6 sono ancora funzionanti e visitabili (Agios Stefanos, Agia Triada, Gran Meteora, Varlaam, Roussanou e Agios Nikolaos).

Tranne uno che è rimasto in piedi, ma è disabitato, gli altri sono andati distrutti. Le strade precarie su cui gli intrepidi pellegrini si sono arrampicati per anni lungo i pinnacoli alti fino a 400 metri, con scale a pioli o con sistemi a carrucola, simboleggiano, spiega ancora l’Unesco “la fragilità di un modo di vivere tradizionale che è a rischio di estinzione“.

Fino al secolo scorso i monasteri erano raggiungibili solo in questo modo. Ora le vie di accesso sono più comode e comprendono scale in muratura o scavate nella roccia. Ma l’atmosfera che regna in questo luogo meraviglioso una volta guadagnata la vetta è sempre la stessa: intensa, mistica sacralità, immersa in una natura imperiosa.

 

Nazione Meteora, Kalambaka, Grecia Nord
Languages spokenGreco
Currency usedEuro (EUR)

Sports & nature

The Climate of Meteora and Kalampaka Region

The mountain range to the east and north of the site experiences a wide climatic variation from baking heat in summer to severe cold in winter with heavy snowfalls. Summer is the driest time, storms occurring all year round especially at higher altitudes.

Vegetation

The area includes forested hills and river valley with riverine forests of Platanus orientalis and species such as the endemic Centaura lactifolia (found near Koniskos village) and Centaurea kalambakensi. The nearest protected area is Trikala Aesthetic Forest(28ha), created in 1979, which has been planted with Pinus halepensis and Cupressus sempervivens. The potential vegetation cover is described as supra-Mediterranean, with climax cover of Quercus spp. And Ostrya spp. And beech Fagus sylvatica forest above 700m.

Fauna

Mammals include grey wolf Canis lupus (V) and otter Lutra lutra. The region was famed in the 1970s for its raptor population, with four vulture species, lammergeier Gypaetus barbatus, black Aegypius monachus, Griffon Gyps fulvus and Egyptian Neophron peranopterus; four eagle species, golden Aquila chrysaetos, short-toed Circaetus gallicus, booted Hieraeetus pennatus and Bonelli's Hieraeetus fasciatus and breeding lanner falcons Falco biarmicus. Other birds include rock and cliff haunting species, such as alpine swift Apus melba, crag martin Hirundo rupestris and red-rumped swallow Hirundo daurica. Somber tit Parus lugubris occurs in the valley. The area remains of importance for birds of prey, with breeding species of honey buzzard Pernis apivorus, black kite Milvus migrans (ten pairs), Egyptian vulture (with 50 pairs the largest population in Greece, but declining), short-toed eagle (five pairs), Levant sparrowhawk Accipiter brevipes, lesser-spotted eagle Aquila pomarina (one pair), booted eagle (three to five pairs), Bonelli's eagle (one pair) and peregrine falcon. In addition, black stork Ciconia nigra breed (two pairs) and roller Coracius garrulus (ten pairs) are found (Grimmet and Jones, 1989).

Divani Meteora hotel

Divani Meteora hotel

Divani Meteora, 42200 Kalambaka - Greece, Meteora monasteri, Kalambaka
Situato ai piedi delle rocce di Meteora, il Divani Meteora offre una spaziosa piscina all’aper più info
Minitour Butrinto (AL) Meteore è Sivota (GR)

Minitour Butrinto (AL) Meteore è Sivota (GR)

Albania, Sivota & Parga, Meteora monasteri, Kalambaka
MINITOUR – PONTE DEL 2 GIUGNO | PARTENZA DA ANCONA IL 31/05 | 5 GIORNI/ 4 NOTTI  Programma 31 più info
Tour Grecia Classica con nave da Ancona

Tour Grecia Classica con nave da Ancona

Olimpia, Peloponneso, Delfi, Arachova, Loutraki, golfo di Corinto, Atene, Meteora monasteri, Kalambaka
1° giorno: ANCONA Partenza del tour della Grecia Classica da Ancona con nave Minoan Lines per la Gre più info
Tour Grecia Classica in pullman

Tour Grecia Classica in pullman

isole: Egina, Poros, Idra, Olimpia, Peloponneso, Delfi, Arachova, Loutraki, golfo di Corinto, Atene, Meteora monasteri, Kalambaka
Tour Grecia Classica in pullman; arrivo con traghetto a Igoumenitsa e rientro da Patrasso. Tour Mete più info

Unfortunately there are no cruise offers at this location at the moment.

Unfortunately there are no car rental offers at this location at the moment.